Arte Terapia

Con il termine “Arte Terapia” si intende un universo molto ampio e variegato, dove l’arte e le discipline ad essa affini diventano il veicolo di cura e di guarigione per particolari problematiche legate all’essere umano. L’arte terapia scavalca i confini dell’elemento artistico puramente legati all’estetica e acquista un valore nuovo, votato a dare vita ad un percorso di origine terapeutica. Si tratta di un insieme di tecniche e di metodologie applicate alla creazione di opere artistiche visuali, le quali abbracciano la pittura, la fotografia, la scultura e che sfociano nella pratica di discipline quali la danza, la musica, il teatro, il cinema e la narrazione di componimenti letterari.
Non c’è limite alla metodologia dell’arte terapia, in quanto il suo scopo è quello di iniziare le persone ad una crescita del sé e ad uno sviluppo della sfera emotiva. A tal fine, l’arte terapia abbraccia discipline dalla natura diversa ed eterogenea, perché ogni soggetto possa incontrare il mezzo più affine alla sua personalità nel raggiungimento dello scopo terapeutico.

Arte terapia: le origini e la pratica
L’arte terapia nasce ufficialmente con l’operato di Edith Kramer, un’artista che negli anni ’30 iniziò a comprendere il potenziale curativo dell’arte e quindi a praticarlo con scopi curativi su pazienti afflitti da disturbi comportamentali. “Sostegno dell’Io” ed “Espressione del Sé” sono le chiavi dell’arte terapia, perché questa disciplina possiede una funzione ambivalente. Se, da un lato, la volontà di sviluppare la propria persona è la base per una crescita di natura personale, la seconda natura dell’arte terapia risiede nella volontà di aggregare l’individuo nella società in modo positivo, sconfiggendo le barriere psico-emozionale che si pongono come blocchi.
Presupposto fondamentale dell’arte terapia è la totale mancanza di giudizio. Nella pratica di questa disciplina non importano i risultati tangibili intesi come creazioni di opere d’arte ‘belle’ o ‘interessanti’, ma tutto si collega alla pura realizzazione di tali opere, senza validare il significato o il valore artistico delle stesse. Certamente la fattura di un’opera creata mediante l’arte terapia diventa simbolica della psiche e dello stato emozionale del paziente. Del resto, così avviene per l’arte in generale, la quale manifesta certi sentimenti e certe visioni della realtà che gli artisti vogliono comunicare all’universo. Nell’arte terapia il concetto si capovolge e la creazione dell’opera diventa il fulcro di tutto, il momento liberatorio durante il quale il soggetto attua il suo cammino di crescita personale e sociale nel mondo. L’impulso creativo appartiene all’essere umano e l’arte terapia si prefigge come scopo primario di incanalare questo aspetto nella via più giusta e positiva. A tal fine, vengono impiegate tecniche differenti e vengono coinvolte parti del corpo diverse. La scoperta delle mani, dei piedi e del corpo intero applicate a pratiche quali la danza o la musica, aiutano il corpo a svilupparsi verso una dimensione sociale e personale completa. Intuire che si può dar vita ad opere d’arte contando sulle proprie forze instaura nel soggetto un senso di soddisfazione votato al benessere, il quale è sottolineato dalla felicità che nasce quando si iniziano a scavalcare barriere sociali legate al disadattamento e alle difficoltà nelle relazioni comuni. Questo tratto è visibile soprattutto nelle opere di arte terapia legate al teatro, alla musica e alla danza. In questi casi, il corpo inizia a collaborare alla terapia, dando vita a manifestazioni che lo interessano nella sua globalità e sfociando in risultati positivi che coinvolgono lo stato psico-emozionale del soggetto.

Arte terapia: dove praticarla e come diventare operatori
L’arte terapia è dedicata a tutti gli esseri umani, senza barriere di fisicità, di età o di appartenenza sociale. L’arte terapia è dedicata anche i bambini, dove molti sono i percorsi legati alla crescita, sia in condizione di normalità che in casi legati alla correzione di particolari disturbi fisici, psicologici ed emozionali. In Italia molte sono le associazioni che propongono percorsi di arte terapia. Alcuni sono prettamente legati alle strutture medico sanitarie, mentre altre nascono spontanee per aiutare i cittadini ad iniziare questa tipologia di percorsi in totale autonomia. Diverse ed eclettiche sono anche le proposte legate all’arte terapia, le quali come abbiamo visto abbracciano molte discipline dalla natura variegata. Il percorso per diventare operatori dell’arte terapia è diversificato, in base alla volontà e alla possibilità delle persone che vogliono intraprendere questo mestiere. In Italia, esiste una legislatura che norma le arti terapie. Si tratta del decreto numero 4 del 14 gennaio 2013, una legge che determina le sfumature giuridiche della professione e che spiega il percorso formativo collegato alla professione. Il paese presenta un’associazione di categoria, ARTEDO, ovvero il ” Polo Mediterraneo delle Arti Terapie e delle Discipline Olistiche”. Si tratta di un’associazione fondata nel 2006, la quale mira a diffondere il protocollo discentes, ovvero una metodologia di operazione comune all’arte terapia e di dare vita a registri professionali dove si iscrivono gli operatori specializzati. L’arte terapia abbraccia molte discipline dalla natura diverse e, per questo motivo, gli operatori arrivano da scenari di formazione eterogenei. La specializzazione può essere attuata in una delle scuole affiliate al progetto, quali gli istituiti di arte terapie e di scienze creative dislocati in tutto il paese e associati alla struttura Confartigianato. Il percorso accademico prevede invece corsi legati alle arti terapie come specializzazioni del percorso di studi, i quali sono spendibili sia a livello privato che in applicazione ad una carriera professionale all’interno delle strutture ospedaliere.