Medicina Olistica

Nella disamina dei metodi naturali per prevenire e curare patologie diffuse, non si può tralasciare la medicina olistica che, sempre più viene richiesta dalle persone di ogni estrazione sociale e di ogni età a causa dei notevoli benefici che apporta e senza controindicazioni (a differenza della medicina tradizionale), proprio per questo è particolarmente indicata per i soggetti che manifestano forme di allergia ed intolleranza verso i farmaci e quindi hanno bisogno di metodi il più possibile naturali. Non occorre dimenticare che, come anche lamentano farmacisti e medici, in Italia vi è un abuso di farmaci e gli stessi hanno comunque livelli di tossicità per alcuni organi o tessuti, quindi è essenziale ridurne al minimo l’uso e sollecitare le risposte del nostro corpo che è capace di ristabilire le condizioni di salute ottimali.

Di cosa si tratta?
Il termine olistico deriva dal greco olos e significa Tutto, essa consiste in un approccio particolare in cui non viene considerato il corpo umano come una somma di pezzi, ma come un organismo unico, olismo è quindi il contrario di riduzionismo.
Tradotto in parole chiare vuol dire che quando una persona lamenta problemi, ad esempio alle viscere, se la medicina tradizionale farà eseguire degli esami specifici per vedere la condizione dell’intestino e prescriverà dei farmaci volti ad eliminare i sintomi, tenendo però in considerazione solo la causa ultima della patologia, l’olistica avrà un approccio diverso perché non si accontenterà di risolvere i sintomi, ma cercherà di andare a fondo per capire da dove nasce il malessere del paziente e in particolare cosa genera lo squilibrio nella persona che porta poi al cedimento di una parte del corpo che manifesta la patologia. Insomma si tratta di un processo molto più ampio che guarda alla condizione della persona e cerca di insegnare al paziente a ritrovare e mantenere l’equilibrio per mantenere anche il benessere del corpo.
Secondo la medicina olistica ogni patologia ha origine in uno squilibrio delle energie che ognuno di noi ha, questo squilibrio può avere cause ambientali, può essere dovuto all’alimentazione oppure dovuto ad un disagio psicologico del paziente. Attraverso la pratica olistica il terapeuta permette di ristabilire il corretto equilibrio delle energie e quindi permette la autoguarigione.

Come funziona la medicina olistica?
La disciplina medica nasce intorno agli anni settanta e prevede l’applicazione di diverse tecniche che permettono di raggiungere un equilibrio tra persona, ambiente, psiche. La medicina olistica sprona a prendersi cura di sé personalmente, considerando l’intera persona e raggiungendo così il benessere totale.
Lo specialista olistico non cura i sintomi della patologia che il paziente lamenta e neanche si limita a prescrivere rimedi omeopatici o di altro genere cercherà invece un rapporto profondo con il paziente al fine di capire dove parte lo squilibrio e insegnerà al paziente a prendersi cura di sé e quindi ad iniziare il processo di autoguarigione. Spesso queste tecniche vengono affiancate alla medicina allopatica e quindi hanno lo scopo di rafforzare gli effetti della medicina convenzionale e allo stesso tempo per il futuro permettono di prevenire le situazioni patologiche.
E’ bene dire che la medicina olistica contempla diverse tecniche che possono aiutare lo specialista a trovare la causa principale dei sintomi che il paziente avverte, tra le varie tecniche vi è il reiki, la riflessologia, i fiori di bach, la cromoterapia, lo shiatzu, le stesse sono approfonditamente esaminate nelle singole pagine del sito dedicate alle varie discipline, in modo che chiunque possa scegliere la tipologia di percorso che si adatta alle proprie esigenze e problematiche, sottolineando che molti di questi trattamenti oltre a giovare alla salute, hanno anche benefici sulla bellezza contrastando ad esempio la ritenzione idrica causa principale della cellulite.

Quali i trattamenti più richiesti?
Nella medicina olistica i trattamenti più noti e quindi più richiesti grazie alla loro capacità di procurare benessere psicofisico, sono i massaggi, la disciplina millenaria dello yoga, il reiki sempre più seguito, la cromoterapia e altri di cui è possibile avere informazioni e approfondimenti sul portale. Tutte queste discipline per avere successo necessitano della guida di professionisti seri e qualificati.
I trattamenti olistici permettono di dedicare del tempo a se stessi e per affrontarli è necessario per prima cosa trovarsi in uno spazio armonioso e che quindi abbia determinate caratteristiche climatiche, la giusta intensità di luce e quindi in grado di rilassare e smorzare lo stress e le tensioni della vita quotidiana. I massaggi aiutano a liberarsi di tensioni muscolari, artriti, stanchezza, ritenzione idrica, emicrania, insonnia, depressione, ansia, dolori articolari e quindi a ritrovare benessere ed armonia. Si tratta a ben vedere soprattutto di patologie che tendono alla cronicizzazione e che con la medicina tradizionale non si riescono a curare ma solo ad alleviarne in sintomi. Proprio per questo sempre più spesso gli specialisti della medicina convenzionale suggeriscono ai loro pazienti di rivolgersi anche alle cure allopatiche o non convenzionali, come appunto la medicina olistica.

Come posso proteggermi dai truffatori?
La cronaca ha portato alla ribalta molti casi di ciarlatani che spacciavano le loro tecniche, non convalidate in alcun modo, come medicina olistica, in realtà vi è una normativa che può tutelare le persone che vogliono avere un approccio serio alla medicina olistica, trattasi della legge 4 del 2013 che riconosce come professionisti solo gli operatori che seguono percorsi formativi specifici e stabiliti dalle associazioni e federazioni di categoria. Occorre quindi affidarsi solo a strutture serie che per i servizi offerti selezionano personale altamente qualificato e che risponde a criteri stabiliti.

Medicina Olistica

Medicina Olistica