Theta Healing

Il Theta Healing è una sorta di percorso di guarigione spontanea basato sulle onde cerebrali (le cosiddette onde Theta) attraverso le quali ognuno di noi, secondo questa filosofia, seguendo uno stato di meditazione profonda, si riappropria della propria intuizione naturale, procurandosi, così, la possibilità di guarire grazie alla certezza della Forza Creativa Primordiale. Ecco di cosa si tratta nello specifico.

Le origini del Theta Healing
Per capire bene il Theta Healing bisogna partire dall’esperienza sconvolgente della sua fondatrice, Vianna Stibal, medico e naturopata. Nel 1995 alla Stibal viene diagnosticato un cancro che le compromette l’uso delle gambe perché ha intaccato uno dei due femori. Dopo avere provato tutti i metodi forniti dalla medicina classica, Stibal mette a punto una delle sue ricerche sulle onde cerebrali Theta corrispondenti al rilassamento profondo e, con l’aiuto di un fisico, si sottopone a diversi cicli di vero e proprio sonno controllato. Alla fine di queste sedute si accorge, con analisi e biopsie svolte nel periodo immediatamente successivo, che il tumore era sparito. Da quel giorno, superata la gioia e lo stupore iniziali, Vianna Stibal ha perfezionato la metodica del Theta Healing e ha deciso di divulgarla, affiancandola a sempre più osservazioni scientifiche.

Come funziona questa tecnica
La tecnica del Theta Healing si basa su “letture” del cervello, riportandolo allo stadio delle onde Theta attraverso una meditazione profonda. In questo stato il cervello può essere purificato da tutte le emozioni negative che, secondo questa metodologia, possono inquinare l’organismo o addirittura la catena del Dna, scatenando malattie dovute all’abbassamento del sistema immunitario. In altre parole: nello stadio Theta il cervello si rilassa, produce endorfine, e riunisce le competenze dei suoi due emisferi, destro e sinistro. L’organismo viene visto, in questo modo, come una sorta di computer biologico, basato su quattro tipi diversi di programmazione, su quattro livelli: genetico, storico, subconscio, dell’anima. Con le sedute di Theta Healing si va a lavorare proprio su questi livelli, operando come una gomma per cancellare su tutte le emozioni negative elaborate dalla mente e che rischiano di intossicare tutti gli organi. L’operatore svolge infatti quello che viene definito lavoro sulle convinzioni limitanti e sui sentimenti, sviluppando i “Sette piani di esistenza”che consentiranno di ricongiungersi con la Forza creativa primordiale. In pratica si vanno ad individuare i punti deboli dell’autostima e li si elimina con esercizi di meditazione e pratiche bio-energetiche.

I risultati
Come tengono a sottolineare molti insegnanti di questa tecnica olistica, il Theta Healing non può sostituire la medicina classica ma la può affiancare in qualsiasi momento, giacché agisce sulla liberazione dalle convinzioni errate che la mente si crea, su noi stessi e sugli altri. I risultati di questa metodologia, comunque, sono visibili nel tempo, e si può imparare a praticarla anche da soli. Innanzitutto si recupereranno tutte le abilità che si credevano perdute e verranno accentuati tutti i cinque sensi. Successivamente si comincia a sviluppare una sorta di percezione sensoriale, anche a livello del subconscio, creando un legame simbolico con i sogni e con il mondo onirico. Allo stadio successivo verranno recuperati ricordi che si credevano perduti, addirittura risalenti all’infanzia, dal momento che vengono utilizzate anche tecniche simili all’ipnosi. Lo stadio di arrivo, l’ultimo risultato, porta infine a immagazzinare e creare energia positiva, effettuare “letture” su se stessi e gli altri e non farsi attraversare dalle energie logoranti e negative.

Dove praticare il Theta Healing
Questa particolare metodica può essere appresa grazie ad insegnanti specificamente formati. Anche se le controversie non mancano e molto scetticismo circonda questa pratica, non ci si improvvisa insegnante di Theta Healing, poiché si deve possedere un diploma autorizzato direttamente dalla fondatrice Vianna Stibal. Anche in Italia dal 2002 esiste la possibilità di seguire dei corsi che insegnano questa tecnica e si può scegliere l’ambito che più interessa: disordini psicologici, malattie dell’animo, bambini e tristezza, Dna base, Dna avanzato, conoscenza dell’anatomia umana. Di solito si comincia con una meditazione, che diventerà sempre più profonda, e poi si continua lavorando sul rilassamento muscolare e, infine, sulla pulizia energetica anche degli ambienti in cui si vive, che possono influenzare negativamente ed inquinare mente e corpo, se negative.